login
Ritorno alla pagina iniziale

Centro internazionale sul plurilinguismo : Università degli studi di Udine

Accedere al sito > Centro internazionale sul plurilinguismo : Università degli studi di Udine

Il Centro Internazionale sul Plurilinguismo è una struttura speciale dell'Università degli Studi di Udine finalizzata alla ricerca, alla documentazione e alla formazione nel campo del plurilinguismo. Sorto in base alla Legge n.19 del 1991 sulle aree di confine e attivato dal 1° gennaio 1993, unica istituzione del genere esistente in Italia, il Centro occupa un posto a sé anche nel panorama internazionale e si pone le seguenti finalità:
- raccogliere documentazione relativa alle situazioni di plurilinguismo (inteso nella sua più ampia accezione come compresenza di più idiomi o varietà linguistiche nel repertorio di uno stesso individuo o di una stessa comunità), ai fenomeni che ne conseguono e alle ricerche scientifiche su questi temi, mettendoli a disposizione di studiosi italiani e stranieri;
- promuovere autonome indagini scientifiche sul plurilinguismo e collaborare con istituzioni italiane e straniere ad iniziative sullo stesso tema;
- favorire, anche attraverso l'organizzazione di seminari e convegni, lo scambio d'informazioni ed esperienze tra studiosi che si occupino di plurilinguismo;
- far conoscere nelle forme più idonee i risultati delle proprie attività istituzionali.
Le ricerche condotte presso il Centro sia sotto forma di programmi di lavoro individuale sia di progetti collettivi pluriennali toccano i più vari aspetti del plurilinguismo, con riferimento a tipologie di fenomeni, ad aree e livelli cronologici assai diversificati. Tenuto conto poi dello spirito della Legge di fondazione del Centro e degli obiettivi attribuiti all'Università degli Studi di Udine dall'articolo 26 della Legge 8 agosto 1977, n. 546 istitutivo dell'Università degli Studi di Udine, il Centro svolge anche una funzione propulsiva e coordinatrice di ricerche attinenti al plurilinguismo riguardanti il Friuli e le aree correlate con la speciale collocazione geopolitica della regione Friuli Venezia Giulia, posta al crocevia dello spazio linguistico romanzo, germanico e slavo e proiettata verso i Paesi del contesto culturale mitteleuropeo e in generale dell'Europa centro-orientale.