d
t
m
^

Chi siamo

Base legale e obiettivi del CSP

Il Centro scientifico di competenza per il plurilinguismo (CSP) è diretto dall’Istituto di plurilinguismo dell’Università di Friburgo e dell’Alta scuola pedagogica di Friburgo. È finanziato dalla Confederazione svizzera sulla base della Legge sulle lingue e della sua Ordinanza d’applicazione. Il CSP ha iniziato la sua attività nel 2011.

La ricerca in seno al CSP copre vari temi: “Plurilinguismo individuale”, “Insegnamento e apprendimento delle lingue, valutazione delle competenze linguistiche” e “Plurilinguismo istituzionale e sociale”.

Con il CSP, e in particolare con i suoi progetti di ricerca, ci siamo fissati l’obiettivo ambizioso di fornire un contributo fondato su basi scientifiche ed empiriche, allo scopo di rispondere a degli interrogativi sociali d’attualità riguardanti il plurilinguismo. Tale obiettivo comprende, pure per noi, una partecipazione attiva – e critica – al dibattito pubblico sui temi che toccano il plurilinguismo.

Oltre alle nostre attività di ricerca, per noi è molto importante offrire delle prestazioni di servizio scientifiche di qualità: per i ricercatori, ma anche per un pubblico più vasto, al quale proporremo un’orientazione all’interno della moltitudine di risultati scientifici. Infine, la messa in rete e la visibilità della ricerca svizzera consacrata al plurilinguismo fanno ugualmente parte delle nostre priorità.

Organizzazione

Il CSP è diretto dall’Istituto di plurilinguismo su mandato della Confederazione svizzera, rappresentata dall’Ufficio federale della cultura, e sulla base della Legge sulle lingue. I compiti del CSP sono definiti in una convenzione di prestazioni.

Allo scopo di coordinare gli interessi degli uffici federali interessati e della Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE), l’Ufficio federale della cultura ha creato un gruppo direttorio, il quale prende posizione in particolar modo sul programma di lavoro e sui rapporti d’attività del CSP.

Il CSP è inoltre accompagnato da un consiglio scientifico che valuta periodicamente le sue attività di ricerca.