d
t
m

Forme di valutazione innovative

Studio di approfondimento sulla valutazione orientata alle competenze delle prestazioni in ambito ricettivo
Settore: 
Insegnamento e apprendimento delle lingue, valutazione delle competenze linguistiche
Direzione del progetto:
Durata: 
da 01.2016 a 12.2018

(progetto di tesi associato)

Stato: 
In corso
Descrizione: 

Quando l'obiettivo è quello di misurare l'effettiva capacità degli studenti di usare una lingua, il metodo preferito è il "test" basato sulle competenze, effettuato attraverso compiti pressoché autentici. Tuttavia, la progettazione di questi compiti di prova richiede nuovi approcci, soprattutto perché il linguaggio in cui sono comunemente utilizzati si basa in gran parte su codici di comunicazione elettronica. Le chat, le ricerche su internet e altro ancora fanno ormai parte della nostra vita quotidiana. Inoltre, negli ultimi anni si è diffuso l'uso di test computerizzati, soprattutto nel campo delle indagini su larga scala. Ad esempio, gli studi finalizzati alla "Verifica del raggiungimento delle competenze fondamentali (COFO)" della Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica istruzione (CDIP) sono informatizzati. L'Istituto di plurilinguismo partecipa attivamente allo sviluppo di compiti di prova per la valutazione delle lingue straniere.

Il progetto IFB sviluppa e studia attività informatiche innovative per testare la comprensione scritta e orale. Sulla base di probabili scenari di utilizzo della lingua, vengono definiti "compiti di riferimento" che permettono di misurare le capacità di comprensione sia scritta che orale. I "compiti di riferimento" possono comprendere attività private o scolastiche, quali l'organizzazione di un viaggio o la raccolta di informazioni per un progetto.

I destinatari di questi compiti sono gli studenti svizzeri di lingua tedesca che hanno terminato la scuola dell'obbligo. Per la nostra raccolta dati, ogni compito deve essere eseguito da ogni classe in francese o in inglese. Gli studenti compilano anche questionari e fanno test che misurano le abilità parziali (come la memoria, il vocabolario, la grammatica e la fluidità nell'elaborazione della lingua).

Lo studio di nuovi compiti, basati su scenari, utilizza metodi di ricerca sia qualitativi che quantitativi. Le analisi qualitative ci permetteranno di comprendere le soluzioni messe in atto dagli studenti attraverso interviste introspettive e di ottenere informazioni su come funzionano i compiti. La parte quantitativa comprende le analisi psicometriche dei dati delle prove di comprensione orale e scritta. Analizziamo anche le correlazioni tra i risultati di questi test di competenza e i risultati dei test di competenza parziale.

Finalità – Risultati attesi: 

Il progetto IFB sviluppa e analizza compiti innovativi. La combinazione di ricerca qualitativa e quantitativa dovrebbe portare ad una migliore comprensione del funzionamento e delle esigenze derivanti dalla realizzazione di questi compiti. In particolare, dovrebbe essere possibile determinare che tipo di informazioni si possono ottenere da quale tipo di strumento di prova. Inoltre, il progetto fornirà informazioni preziose sulle competenze che un gruppo target significativo possiede in due lingue straniere.