login

Preparazione all’introduzione obbligatoria del materiale pedagogico Clin d’œil e New World per le classi preliceali (P) (Progymnasial-Klassen) di scuola secondaria del canton Soletta: consulenza scientifica e valutazione della fase di test

Committente: cantone Soletta, Dipartimento per l’istruzione e la cultura (Department für Bildung und Kultur, DBK)
Responsabilità: Malgorzata Barras
Durata: ottobre 2015-dicembre 2017

A partire dall’anno scolastico 2018/2019 il canton Soletta introdurrà in ogni istituto scolastico i manuali Clin d’oeil e New World. Questi due testi sono stati sviluppati quale materiale per l’apprendimento delle lingue straniere nell’ambito del progetto “Passepartout”. Entrambi i manuali sono già utilizzati dall’anno 2015/2016 nelle classi di scuola media con esigenze di base (B) ed estese (E). Per le classi preliceali di livello secondario è invece previsto un periodo d’introduzione più lungo che include una fase di valutazione (anni scolastici 2015/2016, 2016/2017 e 2017/2018) durante la quale solo sette classi adopereranno i nuovi manuali. In quest’arco di tempo, i collaboratori dell’ Istituto di plurilinguismo forniranno la propria consulenza scientifica e procederanno in seguito alla valutazione dei risultati.

Lo scopo di questo mandato è ottenere conclusioni valide (grazie a diverse tipologie d’indagini adattate al contesto specifico e con l’ausilio di metodi qualitativi e quantitavi) su: 1) gli esiti dell’insegnamento 2) le esperienze degli insegnanti e degli allievi 3) la capacità di transizione degli alunni secondo quanto previsto dal regolamento di riconoscimento degli attestati di maturità liceale (RRM) e le ipotesi circa le condizioni di successo per un passaggio al livello superiore riuscito (riguardanti le classi di livello secondario preliceali e il concetto per le lingue straniere del RRM). Oltre alle sette classi scelte per i test partecipano anche sette ulteriori classi, quale gruppo di controllo, le quali attualmente imparano l’inglese e il francese con i manuali adoperati precedentemente. Lo scopo dell’indagine è dunque sia di ottenere informazioni sul raggiungimento degli obiettivi formativi che di fare osservazioni sull’influsso di svariati strumenti pedagogici.