login

Portfolio europeo delle lingue III

In collaborazione con l’Institut für Lehren und Lernen dell’Alta scuola pedagogica di Lucerna
Direzione: Hans-Peter Hodel (PH Luzern)
Accompagnamento scientifico: Thomas Studer (Istituto di plurilinguismo)
Durata: 2013-2015

Il progetto si basa sui risultati di un sondaggio realizzato all’inizio del 2011 presso gli insegnanti di liceo dal Segretariato generale della Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE). L’inchiesta ha evidenziato il bisogno di associare i nuovi approcci metodologici dell’insegnamento delle lingue straniere – e i loro corrispettivi strumenti – all’insegnamento della letteratura. Questa necessità è particolarmente sentita a livello di liceo, dove l’apprendimento delle lingue è strettamente incorporato in un contesto letterario-culturale. Sebbene strumenti quali il Portfolio europeo delle lingue offrano un aiuto concreto quando si usano nuovi metodi d’insegnamento, nessuno di questi strumenti è in grado di stabilire un collegamento visibile con l’insegnamento della letteratura.

L’obiettivo del progetto è di sviluppare un elemento supplementare per la versione online del Portfolio europeo per le lingue (PEL) III, per l’incoraggiamento delle lingue nazionali nell’ambito dell’insegnamento della letteratura al liceo. Sarà dunque creato uno strumento innovativo che collegherà l’insegnamento della letteratura e gli approcci attuali, come l’approccio azionale, le strategie d’apprendimento, la competenza interculturale e l’autovalutazione. Sarà inoltre favorita una concezione allargata della letteratura, la quale comprende, oltre alla narrativa, ogni altra forma di scrittura, ma anche film e altri media. Con questo nuovo strumento, l’apprendimento delle lingue nazionali sarà strettamente associato agli aspetti interculturali delle regioni linguistiche interessate. L’elemento supplementare sarà integrato alla versione online del PEL III, il che lo renderà disponibile degli insegnanti e degli studenti ovunque in Svizzera. Grazie alla combinazione di liste/descrittori già esistenti con dei nuovi descrittori e i loro relativi compiti esemplari (buone pratiche), delle parti specifiche delle biografie linguistiche saranno completate o valorizzate.

Il prodotto finale dovrà essere di facile utilizzo e dovrà poter essere utile agli insegnanti e agli studenti nell’ambito di un approccio azionale e comunicativo alla letteratura. Il progetto conferisce un ruolo centrale alla sensibilizzazione al plurilinguismo e all’interculturalità, così come all’incoraggiamento dell’autonomia degli apprendenti.